News Historia

Tutte le novità e le attività, sempre nuove, che Historia organizza

Il tempo degli incontri

Tanto per cambiare, già da qualche tempo è iniziato il “tempo degli incontri”. 

Dopo aver abbozzato i progetti, coinvolti amici e soci per definire sempre meglio le idee iniziali, ecc., una volta finita la “gestazione” si arriva al fatidico momento in cui le si devono presentare.

Telefonate ed email per prendere appuntamenti, incontri (spesso col cuore in gola: “Piacerà? Non piacerà?”), nuove “limatine” per aggiustare i progetti alle diverse esigenze.

In fondo le regole del “gioco” non cambiano mai.

“Gioco?! Ma si tratta di lavoro: è una cosa seria!”

Lavorare si, ma a modo nostro: sempre con piacere.

La foto è un opera di Pierre Boulat “Au bistrot Paris”, 1968.

 

Grazie

la mattina di sabato 5 maggio l’Amministratore di Historia-vbc ha incontrato alcune insegnanti dell’area faentina per un seminario dedicato ad un argomento molto sentito da  noi tutti: “Come avvicinare i bambini al mondo dei musei”.

Vorremmo ringraziare le organizzatrici dell’associazione “Fare Leggere Tutti“: Rosanna, la Presidentessa, Caterina e Rita.

Naturalmente un immenso grazie va alle docenti, e non solo, intervenute al seminario: interessate, attive, motivate e solari.

 

Forse solo un poco timide nel disegno…

A tutte: grazie di cuore: è stata davvero una bellissima esperienza, da tutti i punti di vista.

Come avvicinare i bambini al mondo dei musei – seminario sabato 5 maggio, Faenza

I LINGUAGGI DELL’EDUCAZIONE:
AVVICINARE I BAMBINI AL MONDO DEI MUSEI 
OBIETTIVI DEL CORSO

Il seminario è dedicato all’approfondimento del linguaggio dell’educazione e della scoperta, nell’ambito del difficile compito di avvicinare i bambini al mondo dei musei.
La prima parte del seminario sarà tenuta da Alessandro Boninsegna, archeologo presso il museo di Belriguardo, specializzato in progetti e percorsi di didattica museale per le scuole.

Francesca Casadio Montanari, esperta in educazione ambientale e percorsi educativi per le scuole, illustrerà ai partecipanti il suo particolare approccio alla scoperta della natura tramite la letteratura per l’infanzia.
DOVE E QUANDO

SABATO 5 MAGGIO/8 ore: 9-13; 14-18
Luogo: Museo del Rinascimento, Palazzo Laderchi, Corso Garibaldi 2, Faenza

A cura di Fare leggere Tutti

Presentazione delle bomboniere solidali di “Un Cuore Un Mondo” col Museo Ugo Guidi

Una iniziativa che mette insieme arte contemporanea e impegno sociale, bellezza e solidarietà secondo un obiettivo che vuole mettere a disposizione della popolazione messaggi di gioia con immagini di valore artistico, per eventi felici che trovano la partecipazione delle famiglie e degli amici, vicini e lontani. Le Bomboniere Solidali, espressione della creatività e della testimonianza di 12 Artisti, raccolte grazie all’impegno del Museo Ugo Guidi, verranno presentate al pubblico in due occasioni nel fine settimana del 21 e 22 Aprile 2018.

Sabato 21 Aprile, alle ore 11,00, presso l’Ospedale Pasquinucci, Ospedale del Cuore, alla presenza degli Artisti donatori, della Direzione dell’Ospedale, dei responsabili del Museo Guidi e dei Volontari dell’Associazione Un Cuore Un Mondo ONLUS saranno presentate le bomboniere e le opere.
Domenica 22 Aprile, presso il Museo Guidi a Forte dei Marmi – via Civitali 33 , a partire dalle ore 11,00 e fino alle 12,30 e nel pomeriggio dalle 16:30 alle 19, le volontarie provvederanno all’esposizione delle Bomboniere originali che vedrà la possibilità di effettuare offerte da parte dei visitatori per l’acquisizione delle stesse e delle riproduzioni. 
Le donazioni verranno ritirate direttamente dalle volontarie di “Un Cuore Un Mondo” per il sostegno delle attività di accoglienza delle famiglie durante i periodi di ricovero dei bambini.
Ecco gli Artisti che hanno donato le immagini per le bomboniere solidali di Un Cuore Un Mondo:
Antonio Barberi – Clara Mallegni – Stefano Paolicchi – Joanna Brzescinka-Riccio – Gabriele Vicari – Paolo Lazzerini – Cordelia Von den Steinen – Serena Pruno – Graziano Guiso – Enzo Tinarelli – Lia Battaglia – Achille Pardini – Marzia Martelli – e anche un’opera di Ugo Guidi.

Mery Godigna Collet di nuovo a Belriguardo. Ricordando Lucrezia Borgia.

Sappiamo che la Reggia estiva di Belriguardo era la residenza preferita di Lucrezia Borgia, moglie di Alfonso I e duchessa di Ferrara.

Lo sappiamo grazie ad una lettera scritta da Bernardino Prosperi ad Isabella d’Este in cui scrisse: “Non si è mossa da Belriguardo” riferì Prosperi il 9 maggio “dove si intende che Lei (Lucrezia Borgia) sta multo volentieri“.

Per ricordare questa leggendaria figura del Rinascimento italiano, l’artista venezuelana Mery Godigna Collet, ormai grande amica di Belriguardo, presenterà nella sala del Museo Archeologico una collezione di sciarpe di seta giapponese dipinta (filo per filo), tutte rigorosamente firmate e numerate (quindi un’edizione limitata) dedicata ed ispirata dalla famosa Duchessa italo-spagnola.

Inutile dire che vi aspettiamo numerosi a Belriguardo per questo straordinario evento.

 

Vi ricordiamo infine che l’ingresso al museo prevede un biglietto: Intero: Euro 5, ridotto: Euro 2 (disabili, scolaresche, studenti, bambini e ragazzi fino a 18 anni, insegnanti, giornalisti), gratuito per i cittadini del Comune di Voghiera.

la Visita Virtuale del Museo Civico di Belriguardo

Proseguendo nella sua politica di valorizzazione del patrimonio culturale, la società Historia S.n.c., mandataria per la gestione del Museo Civico di Belriguardo, a Voghiera, ha organizzato un percorso di visita virtuale alla collezione della Reggia estiva. 

 

La prima parte del progetto ha riguardato la creazione e messa in opera di una serie di Qr code grazie ai quali, scaricando una breve scheda direttamente sul proprio smartphone, i visitatori potranno avere, in ben quattro lingue (italiano, inglese, francese e spagnolo) le informazioni basilari riguardanti i reperti più importanti che sono esposti nelle vetrine della sezione Archeologica del Museo. 

 

Presto questo servizio sarà esteso anche alla sezione Rinascimentale del Museo voghentino, ovvero alla Sala della Vigna ed ai suoi affreschi rinascimentali: armatevi quindi di smartphone e venite a seguire la visita guidata virtuale a Belriguardo.