proposte didattiche

Laboratori didattici

Historia S.n.c., primo sostenitore di Kids in Museums in Italia ed Associate Partner del progetto europeo LEM The Lerning Museum (diventato oggi NEMO) ed oggi Centro di servizio e consulenza per le istituzioni scolastiche autonome dell’Emilia Romagna riconosciuto per l’anno scolastico 2017/2018 con determinazione n. 10088 del 22.06.2017 del Responsabile del Servizio Sviluppo degli Strum4enti inanziari, Regolazione e Accreditamenti della Regione Emilia-Romagna, di cui alla DGR n. 262/2010 come modificata dalla DGR n.2185/2010, organizza e gestisce laboratori didattici in diversi musei italiani. 

Perché proporre questi laboratori?

Alla base dei nostri laboratori abbiamo l’idea di John Dewey del learning by doing (imparare facendo), l’insegnamento, cioè, non deve essere un’azione passiva, puramente mnemonica, ma attiva, attraverso lavori (giochi) che coinvolgano il bambino.

Le nostre proposte mirano a ridare un significato agli oggetti esposti nei musei e nelle pinacoteche.

Ognuno di questi oggetti, infatti, è carico di storia, storie e domande: chi l’ha fatto? Perché? Dove? Come? A cosa serviva? Come è finito qui, ecc.

Gipsoteca “Vitali” (Cento, Fe)

• Crea la tua cartolina

• Oggi lavoro io

• Creiamo un blog

Carnet de voyage

Museo “Guerrino Tramonti” (Faenza, Ra)

  • Crea la tua cartolina (scuola dell’Infanzia e primaria)
  • Oggi lavoro io (scuola secondaria di primo grado)
  • Ritratti (scuola dell’Infanzia, primaria e secondaria di
    primo grado)
  • Mosaico (scuola dell’Infanzia e classe prima e
    seconda della primaria)
  • Colors (materna, primaria e secondaria), dipingi la
    tua opera su legno

Castel PietraMassa Lombarda (Ra) 

Museo della Frutticoltura “A. Bonvicini

  • Caccia al tesoro
  • Crea la tua etichetta

Museo Civico “C. Venturini

  • Scavo Archeologico
  • Ceramica
  • Mosaico
  • Archeologia Sperimentale 

Pinacoteca “C. Venturini”

  • Cartoline dalla Pinacoteca
  • Puzzle
  • Caccia al tesoro 

Museo Civico di Belriguardo, Voghiera (Fe) 

  • Il Mestiere dell’Archeologo
  • Il Mestiere del Ceramista
  • Affresco
  • Caccia al Tesoro Architettonico 
  • Vita a Castello
  • I vestiti degli Estensi
  • Creazioni di cartapesta
  • Cartoline dal Museo
  • Mini Virgili percorso per i più piccoli
  • Scoprire Virgili per medie e superiori
  • Piccola Metallurgia per piccoli Visitatori
  • Piccola Metallurgia per grandi Visitatori

Museo delle Ombre, Vallemaio (Fr)

  • Ceramica
  • Cartoline dal Museo
  • Statue di cartapesta
  • Caccia al Tesoro

Museo Archeologico “Faggiano“, Lecce (Le) 

  • Scavo Archeologico
  • Caccia al Tesoro
  • Crea la tua cartolina

Castelpietra (Tn)

Scuola primaria.

  • Araldica e genealogia a Castelpietra  
  • Alla ricerca della pentola d’oro
  • Decori medievali in lamina di metallo
  • Il libro degli affreschi
  • Il Trentino medievale

Scuola secondaria di I e II grado.

  • Le famiglie nobiliari trentine del Medioevo
  • La battaglia di Calliano
  • Gli affreschi medievali trentini
  • Il labirinto
  • Dazi e catene

dR2-300x168

Casa Museo “Ugo Guidi” (Forte dei Marmi, Lu)

  • Crea la tua cartolina
  • Caccia al tesoro
  • Ceramica

Museo Parrocchiale di Massa Fiscaglia (Fe)

  • l Mestiere dell’Archeologo
  • Il Mestiere del Ceramista
  • Affresco
  • Creazioni di cartapesta
  • Cartoline dal Museo

Collezione “Mario Piva“, Ferrara

  • La Cartolina dal Museo (scuole materna e primaria)
  • Creiamo un blog (secondaria di primo grado)
  • Ceramica! (materna, primaria e secondaria)
  • Oggi lavoro io: opere d’arte da materiale riciclato (materna, primaria e secondaria);

Sogliano al Rubicone (Fc)

Museo del Disco d’Epoca 

  • Quizzone

Museo di Arte Povera

  • Realizziamo un biglietto pop-up
  • Realizziamo un quadretto con la tecnica a sbalzo

 

 

Siamo inoltre a disposizione per studiare, insieme agli insegnanti, altri laboratori che servano per focalizzare aspetti peculiari, sia storici che artistici, inerenti il percorso didattico affrontato nel corso dell’anno scolastico.

Info e contatti:

Cell.: (+39)392 6761945         
Sito Internet

Facebook
Twitter
Skype: historiavbc
PEC: historiavbc@messaggipec.it

Historia-vbc a Cento: la Gipsoteca Vitali

Cento è una città particolare: si trova equidistante da Ferrara (nella cui provincia si trova), Bologna (da cui ha preso il prefisso telefonico ed alla cui Curia si lega) e Modena (dalla cui parlata ha preso alcuni elementi del dialetto, insieme a quella di Bologna).

Proprio qui si trova un luogo altrettanto particolare, quasi magico.

Ci entri e ti trovi a contatto, all’improvviso, con alcune delle più importanti opere di tutti i tempi, dall’antica Grecia a Michelangelo passando per l’antica Roma.

Si tratta della Gipsoteca Vitali.

Prende il nome dall’artista Guerrino Vitali (1917-1990) grazie al quale, da calchi sugli originali, ha preso vita questo “luogo delle meraviglie”.
Naturalmente sono esposte anche le opere di Vitali, soprattutto il ciclo di quadri dedicati alla sua città, Cento.

Proprio tra la Gipsoteca Vitali ed Historia-vbc è nata un’interessante collaborazione in ambito didattico che, ci auguriamo, dia frutti tanto sorprendenti quanto lo è una visita a questo piccolo Museo.

Intervista ad Alessandro Boninsegna su Vivi l’Archeologia


Quelli che segue è un brano tratto dall’intervista che gli amici di “Vivi l’Archeologia”, che ringraziamo per la bella opportunità, hanno fatto ad Alessandro Boninsegna, dr2-300x168Amministratore di Historia S.n.c.

In fondo il link all’intervista completa: buona lettura.

Alessandro Boninsegna quando e’ nata Historia S.n.c – Valorizzazione dei Beni Culturali?

La società è nata nel 1999. Da allora abbiamo avuto diverse sedi e molti f4cambiamenti.

Le attività sono accompagnate da un motto? 

Certo: il futuro ha radici antiche.

Perché nasce l’idea di divulgare l’archeologia?

Io sono l’Amministratore di Historia S.n.c. e, anni fa, facevo l’operatore archeologo, in pratica scavavo nei cantieri archeologici.

Ho lavorato dalle Alpi venete a Pantelleria e, soprattutto negli scavi urbani, una delle cose che più mi colpiva di più era l’assoluta mancanza di comunicazione tra chi scavava (gli “archeologi”) ed il pubblico (…)

http://www.vivilarcheologia.it/altre-realtà-1/historia-s-n-c