social network

Lanciotto Baldìanzi al MUG di Forte dei Marmi

Il Museo Ugo Guidi e  gli “Amici del Museo Ugo Guidi – Onlus” presentano la mostra di pittura dell’artista

LANCIOTTO BALDANZI 

A cura di Vittorio Guidi

Presentazione dell’artista: Museo Ugo Guidi 15 luglio 2018 ore 18 – FORTE DEI MARMI

15 – 30 Luglio 2018

Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal15 al 30 luglio 2018 la mostra del pittore toscano Lanciotto Baldanzi.

La mostra sarà inaugurata Domenica 15 luglio alle ore 18 al MUG con presentazione dell’artista e del figlio Tristano .

L’esposizione sarà visitabile fino al 30 luglio, aperta tutti i giorni dalle 18 alle 20, martedì chiuso, o su appuntamento al 348-3020538 o museougoguidi@gmail.com mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere, tutti i giorni dalle 10 alle 23.

Lanciotto Baldanzi è nato a Terricciola (Pisa) nel 1949 ed iniziò a dipingere fin dagli anni ’60.

Nelle opere trasmette la volontà di frantumare la realtà caotica del mondo proponendo il suo universo.
Dopo numerose esposizioni in Italia espone per l’ultima volta nel 1986 in Germania.

Da allora non ha più esposto le opere che ha continuato a creare come dipinti e collage nella casa-atelier.
Nel 1990 la sua turbolente anima agitata da un travaglio interiore lo spinse a dar fuoco ad oltre la metà delle sue opere.

I quadri sono la sua introspezione quotidiana, un ininterrotto racconto interiore che oggi presenta, anche con una non celata ritrosia, al Museo Ugo Guidi.

Vacanze? Non scherziamo

Siamo a luglio e, col bene che ti voglio, quest’anno le vacanze, per noi di Historia-vbc, saranno molto, ma molto risicate.
Quasi assenti.
Perché? 
Semplice, perché dobbiamo: finire di organizzare e divulgare i laboratori didattici di due nuovi musei, promuovere quelli già conosciuti (anche quelli che, negli anni scorsi, sono passati un po’ sotto tono), iniziare a collaborare fattivamente con un’Università, organizzare e coordinare quattro eventi, lanciare tre nuove iniziative, proporre alcuni nuovi progetti di divulgazione culturale e chi più ne ha, più ne metta.
Per il momento potrebbe bastare, non credete (ma solo per il momento)?
Se ne vorrete sapere di più…. ogni tanto passate da queste parti (oppure iscrivetevi alla nostra newsletter o scaricate la nostra app per smartphone).

“Achille Funi e Ugo Guidi”, Ricordi di un’amicizia al MUG di Forte dei Marmi

Il “Museo Ugo Guidi” e “Amici del Museo Ugo Guidi – Onlus” presentano la mostra

“ACHILLE FUNI e UGO GUIDI” Ricordi di un’amicizia, a cura di Vittorio Guidi

Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 27 maggio al 29 giugno 2018 la mostra “Achille Funi e Ugo Guidi – Ricordi di un’amicizia”.

La mostra, che gode del patrocinio dell’Archivio Achille Funi di Milano, sarà inaugurata Domenica 27 maggio alle ore 18 al MUG con introduzione di Vittorio Guidi.

L’esposizione sarà visitabile fino al 29 giugno su appuntamento al 348-3020538 o museougoguidi@gmail.com .

Achille Virgilio Socrate Funi nacque a Ferrara nel 1890. Studiò disegno e decorazione dai 12 ai 15 anni. Nel 1906 fu a Milano dove seguì i corsi dell’Accademia di Brera per pittura. Nel 1914 partecipò al movimento futurista con Boccioni, Carrà, Russolo e Sant’Elia. Fu tra i primi volontari del Battaglione Volontari Ciclisti poi tenente dei bersaglieri ciclisti combattendo sul Piave. Al ritorno dalla guerra si ritirò a studiare sul lago di Como. Fu tra i fondatori del Gruppo del Novecento e tra gli organizzatori delle Mostre Nazionali del Novecento. 

Partecipò alle Esposizioni futuriste, alle Biennali di Venezia e Quadriennali di Roma e alle più importanti mostre italiane ed estere. Dal 1939 è stato titolare della Cattedra di Decorazione e Direttore dell’Accademia di Brera fino al 1960. Realizzò opere pubbliche e sue opere si trovano in Gallerie nazionali, a Parigi, Zurigo, Mosca, New York, Londra, Monaco di Baviera, Bruxelles, Amsterdam e numerose raccolte private. Morì il 26 luglio 1972.

Fino dagli anni ’60 trascorse tutte le estati a Forte dei Marmi nella stessa villetta con giardino, effigiato in numerose tele, molte delle quali avevano la presenza di un bambino, mio fratello Fabrizio che con i capelli rossicci e gli occhi verdi-azzurri è stato ritratto da molti artisti che hanno frequentato il Forte, da Treccani a Vernizzi, a Cassinari.

Funi, con l’ inseparabile sorella Margherita e il cane Lilli divenne subito amico di Guidi con cui partecipò in numerose giurie d’arte in Toscana inoltre insieme fecero visita più volte a Umberto Vittorini a Barga, a Raffaele Carrieri a Camaiore e a numerosi altri amici artisti.

La mostra è inserita nella brochure ufficiale degli eventi estivi del Comune di Forte dei Marmi

Historia-vbc in provincia di Ferrara

Ferrara e la sua provincia sono custodi di incredibili tesori culturali forse, a volte, un poco misconosciuti.

Molti, ad esempio, citano la Toscana come culla del Rinascimento quando, a detta ad esempio di alcuni umanisti del XV secolo, il luogo di nascita di molti aspetti di questo periodo sarebbero

da ricercare in Val Padana, tra Ferrara, Padova e Mantova.

Dalla cultura etrusca al contemporaneo, Ferrara ed il suo territorio hanno sempre vantato grandi realtà.

Non a caso Historia-vbc, il cui fine è proprio il valorizzare queste eredità, sta iniziando a collaborare con diversi Enti con lo scopo di far conoscere ad un pubblico sempre più vasto i piccoli e grandi tesori “nascosti” nella bruna ferrarese.

Dove?

Niente paura, ve lo diremo: basta restate sintonizzati su queste pagina.

Grazie

la mattina di sabato 5 maggio l’Amministratore di Historia-vbc ha incontrato alcune insegnanti dell’area faentina per un seminario dedicato ad un argomento molto sentito da  noi tutti: “Come avvicinare i bambini al mondo dei musei”.

Vorremmo ringraziare le organizzatrici dell’associazione “Fare Leggere Tutti“: Rosanna, la Presidentessa, Caterina e Rita.

Naturalmente un immenso grazie va alle docenti, e non solo, intervenute al seminario: interessate, attive, motivate e solari.

 

Forse solo un poco timide nel disegno…

A tutte: grazie di cuore: è stata davvero una bellissima esperienza, da tutti i punti di vista.

AQUA a Belriguardo

Nell’ambito degli eventi primaverili che potrete seguire nel palazzo di Belriguardo, WATER PROJECT AQUA, organizzato dall’Associazione Culturale Trivu, riveste un carattere particolare.

Già il nome, di ispirazione latina, aqua, sottolinea il cosmopolitismo del progetto.

In effetti sia i protagonisti, gli artisti, che le location hanno un carattere decisamente internazionale.

Tra i primi ricordiamo Mery Godigna Collet, Luis R Gutierrez, Marco Pellizzola, Paolo Volta, Gianni Cestari, Paul Bright, Flavia Franceschini, Terri Thomas, Franklin Mendoza, Marisela La Grave, Leo Morrissey + Judson, IDK, ltd. e Oleh Hei. 

Le sedi aderenti, oltre naturalmente al Museo Civico di Belriguardo, sono la Galleria del carbone di Ferrara, il Museo Archeologico di Stellata, il Museo Magi 900 di Pieve di Cento, la Sala Eracle di Porto Viro, la Sala della Musica di Porto Tolle, Warehouse 1-10 a Socorro (USA), B98’s Ballroom a Marfa (USA), ESB Mexican American Cultural Center di Austin (USA), Miami River a Miami (USA), A/PERTURE Cinema di Winston-Salem (USA), SUNMALL Museum of Art, Monterrey (Messico), Public Event at “One Sala” (padiglione all’aperto) presso One Nimman (Thailandia), Deutsche Hirtenmuseum (Germania), Odessa Cinemastudio. (Odessa sezione dell”Unione Nazionale di Cinematografisti) ad Odessa (Ucraina).

Appuntamenti di Primavera a Belriguardo

La bella stagione si avvicina e nella Reggia di Belriguardo, a Voghiera, fioriscono gli eventi.

Vi diamo, qui di seguito, il primo calendario: restate in contatto perché gli appuntamenti potrebbero aumentare. Vi aspettiamo a Belriguardo!

Marzo

  • 22 WATER PROJECT consiste nella proiezione di una compilazione di opere di video-arte. L’oggetto dei video è l’AQUA. La compilazione sarà proiettata simultaneamente in diverse parti del mondo il 22 marzo 2018;

Aprile

  • 22 Concerto della banda del Comune di Solomiac (17.30);
  • 29 Dear Lucrezia,  stampe su seta giapponese, edizione limitata, by Mery Godigna Collet, h. 17-19;

Maggio

  • 12 Presentazione del libro “L’abbandonatrice” di Stefano Bonazzi ed inaugurazione delle mostre fotografiche di Stefano Bonazzi e di Laura Gibellini, con il Patrocinio dell’Istituto Beni Artistici Culturali Naturali della Regione Emilia-Romagna;

 

 

 

 

  • 19 Presentazione del Progetto Eridano del Polo Museale dell’Emilia-Romagna promosso dal MiBACT grazie al bando MuSST- Musei e sviluppo dei sistemi territoriali a Voghiera ( 15.30 – 16.00);

 

 

 

 

Giugno

  • 22 Inizio della  mostra retrospettiva dedicata a Paolo Fabbri;