fbpx

Vivi il Verde a Belriguardo

Dal 20 al 22 di settembre torna anche quest’anno a Belriguardo la manifestazione Vivi il Verde, organizzata dall’IBC della regione Emilia Romagna.

Ma cos’è “Vivi il Verde”?

“ViVi il Verde”, con il sottotitolo “intelligenza della natura e progetto umano”, si legge nella pagina dell’IBC dedicato all’evento, “(…) la rassegna regionale che ha coinvolto i tanti giardini, parchi e aree verdi, pubblici e privati, presenti sul nostro territorio.
Il tema di quest’anno sarà l’idea classica di giardino, inteso come luogo delle delizie, di ristoro, teatro della rappresentazione domestica, etc.

Il programma di “ViVi il Verde” vede i giardini, i parchi, le aree verdi intesi come luogo:

dell’osservazione della natura
della socialità
di incontro con la storia
dell’arte
Decine sono le aree verdi coinvolte”,

Tra queste, ovviamente, troviamo anche Belriguardo ed il ricordo dei suoi bellissimi giardini all’italiana: uno dei primi esempi in Europa che oggi, ricordiamolo, non ci sono più.

La Reggia di Belriguardo a Voghiera (Fe), voluta dal Marchese Niccolò III nel
1435 come residenza estiva della Corte Estense (prima residenza estiva di una signoria in Europa ed oggi facente parte del patrimonio UNESCO), presentava, dal 1570 circa in poi, uno dei primi esempi europei di giardino “all’italiana” di ben 22 ettari di estensione.
Anche se, a partire dal 1600, i giardini hanno subito diverse trasformazioni sino a giungere alla loro completa sostituzione con i campi che oggi si estendono dietro al castello, la loro influenza sulla cultura italiana ed europea resta fondamentale: basti pensare all’atto I, scena I dell’opera “Torquato Tasso” di J. Wolfgang Goethe, ambientata proprio nel giardino di Belriguardo “adorno coi busti dei poeti epici; sul proscenio, a destra Virgilio, a sinistra l’Ariosto”.
Purtroppo, negli ultimi anni, la memoria della magnificenza di Belriguardo e dei suoi favolosi giardini all’italiana si è andata quasi perdendo: le proposte del Comune di Voghiera (Fe), Assessorato alla Cultura, presentate in occasione della manifestazione “Vivi il Verde” ed “Estate a Belriguardo”, vogliono essere un’occasione per (ri-)presentare al grande pubblico i giardini di Belriguardo, la loro storia, la loro eredità.

Saranno effettuate visite guidate alla Sala della Vigna, al cui interno si potrà ammirare il pregevole ciclo pittorico opera di Girolamo da Carpi, Fratelli Dossi e Garofalo e dove si trova il grande plastico che riproduce la villa ed i giardini all’italiana di Belriguardo.
Costo: Intero € 5; ridotto (studenti, insegnanti, giornalisti, disabili) € 2
Informazioni:
Museo Civico di Belriguardo
392 676 19 45 – museo.belriguardo@comune.voghiera.fe.it
Facebook: @museo.belriguardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top
Translate »
WhatsApp chat