fbpx
Historia S.n.c. Valorizzazione Beni Culturali Didattica, gestione museale, itinerari turistici e molto altro

Belriguardo dopo il DPCM 3 novembre 2020

Cosa ha fatto Belriguardo dopo il DPCM 3 novembre 2020?

Ricordiamo che, per contenere la diffusione del contagio da Covid-19, il DPCM 3 novembre 2020, tra gli altri provvedimenti, sospendeva ” le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei”.

Anche durante la seconda chiusura il Museo Civico di Belriguardo abbiamo continuato la sua attività online, cercando di potenziarla.

Facebook
Su Facebook la strategia seguita ha previsto la pubblicazione di almeno un post tutti i giorni, con un solo giorno di pausa alla settimana per non “stancare” il pubblico.
Inoltre abbiamo privilegiati i post “educativi”, ovvero con foto di reperti seguiti da una breve descrizione degli oggetti fotografati. Abbiamo postato, mediamente una volta a settimana, con una foto di carattere più artistico, per non “stancare” i visitatori virtuali.

Come dimostrato dal grafico, la copertura dei post (cioè il numero di persone che hanno visto quanto pubblicato sulla pagina del Museo) varia dalle 27 persone (il numero è basso, ma è riferito al 31 dicembre) sino alle 2796 visualizzazioni del 3 gennaio.
I follower sono arrivati a 8629, mentre le persone raggiunte dai post pubblicati negli ultimi 28 giorni sono addirittura 12289.

Instagram
La strategia seguita su Instagram è stata la medesima applicata a Facebook: pubblicazione di post quasi quotidianamente, accentuazione dell’aspetto didattico rispetto a quello artistico.
Come evidenza la tabella sottostante i dati, anche in questo caso, sono decisamente positivi:
Nell’ultima settimana i follower, complessivamente, sono aumentati del 2,3% rispetto alla settima precedente. Le persone raggiunte, nello stesso periodo, sono state ben 901.

Da notare che tra Facebook ed Instagram (che appartengono al medesima proprietario), solo in quest’ultima settimana (15-22 gennaio 2021) i post del Museo Civico di Belriguardo hanno raggiunto 5292 persone.

In particolare il pubblico del Museo su instagram è per il 38% di Ferrara, il 5,3 di Bologna, poi a seguire Milano, Roma e Napoli.
Il 52% sino donne e la maggiore attività si registra il giovedì.

Twitter
Anche per Twitter si sono usati gli stessi criteri seguiti per gli altri social (pubblicazione quasi quotidiana dei tweet con accentuazione dell’aspetto didattico rispetto a quello artistico)-
Anche in questo caso sembra che la strategia adottata sia stata vincente: negli ultimi 28 giorni ci sono state 17900 visualizzazioni, con una media di 614 visualizzazioni giornaliere.
Sempre negli ultimi 28 giorni, i follower sono diventati 1521, con un aumento dell’8 % rispetto al periodo precedente.

Condividi questo post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
Translate »
WhatsApp chat